RIFIUTI: I PRIMI RISULTATI DELL’ASSESSORE BATTOCCHIO

Primi risultati della mini-campagna informativa sul conferimento dei rifiuti avviata settimana scorsa dall’Assessore Battocchio. Dopo la distribuzione dei volantini con le modalità della raccolta degli ingombranti e le lettere recapitate agli amministratori dei condomini di Certosa e Di Vittorio, il nostro quartiere appare finalmente libero dai soliti cumuli di mobili e masserizie varie che ormai erano parte integrante del paesaggio del quartiere. Qualche episodio di abbandono di ingombranti, per la verità, c’è stato: un televisore in via Isonzo, un materasso (che sembrava però preparato per la raccolta a domicilio) in via Adige. Il tutto non è rimasto sulla strada per più di un giorno. Speriamo che, con l’installazione degli annunciati cartelli di divieto, si possa contrastare ulteriormente il fenomeno. Per ora sembra che, almeno a Certosa, si sia fatto un bel passo avanti. Anche il “Cittadino”, nell’edizione di sabato scorso, ha dato il giusto rilievo a questa iniziativa che si aspettava da tempo:

L’amministrazione comunale scrive agli amministratori condominiali, chiedendo innanzitutto attenzione sui rifiuti. Sia per quanto concerne il rispetto degli orari nell’esposizione dei sacchi che devono essere ritirati dall’apposito servizio, sia per ricordare le regole della differenziata. E con l’occasione vengono annunciati futuri controlli verso l’obiettivo di trasformare questo tratto di hinterland in una città virtuosa in termini di riciclo. Non solo. Una parentesi riguarda anche il dilemma degli ingombranti gettati abusivamente sulle aree pubbliche e davanti agli androni dei palazzi. Gli esempi non mancano e gli episodi più recenti risalgono a settimana scorsa. Sono stati i cittadini più attenti di Certosa e di via Di Vittorio a segnalare la presenza di mobili che in questa torrida stagione impattavano punti di passaggio dei popolosi agglomerati urbani. Un affronto al decoro su cui l’esecutivo di centro sinistra aveva preannunciato l’intenzione di mettere in atto una serie di deterrenti, a partire da una puntuale informazione ai diretti interessati. A distanza di qualche giorno l’assessore all’ecologia Andrea Battocchio, annuncia: «Abbiamo cominciato con un volantino porta a porta, che è distribuito a tutti i sandonatesi, ai quali ricordiamo l’esistenza di un servizio gratuito di ritiro degli ingombranti, fornendo il riferimento da contattare. Con l’occasione invitiamo i cittadini, una volta presi accordi con gli operatori, a lasciare il materiale la sera prima del giorno del ritiro, e non prima. In modo tale da evitare spiacevoli situazioni come quelle a cui i residenti si sono trovati di tanto in tanto ad assistere. Avevamo infatti il dubbio che qualcuno non fosse a conoscenza dell’esistenza del servizio». Peraltro proprio nella stagione estiva, in cui la città tende a svuotarsi in concomitanza con il periodo di ferie, in più occasioni anche in passato i furbetti ne hanno approfittato, sbarazzandosi velocemente di ciò che non serviva più. Sono quindi partite le prime iniziative per tentare di garantire più ordine, con la collaborazione anche dei complessi condominiali, a cui in tema di immondizia viene chiesta innanzitutto precisione e puntualità. Mentre agli abitanti del territorio viene sollecitata massima attenzione nella suddivisione della pattumiera.”

RIFIUTI: I PRIMI RISULTATI DELL’ASSESSORE BATTOCCHIOultima modifica: 2012-07-25T16:15:23+02:00da lmenegazzi
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.