VIA GREPPI, PERCORSO DI GUERRA

20141216_155411 Un percorso di guerra: questa è ormai la via Greppi, a causa della presenza del cantiere delle “Residenze Piave”, sorte sulle ceneri dell’ex Carta e Valori. Da tempo il Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa aveva segnalato le difficoltà di transito per i pedoni e la mancanza di percorsi idonei in sicurezza all’esterno del cantiere, ma nulla si era mosso. Dopo l’ulteriore allargamento dell’area di cantiere, dovuta all’abbattimento del vecchio muro di recinzione, da più parti sono state inviate segnalazioni al “Punto Comune” poichè il restringimento della carreggiata e il contemporaneo lavoro sul lato opposto del marciapiede avevano eliminato del tutto i percorsi pedonali. Finalmente sono stati messi in opera quegli apprestamenti che avrebbero dovuto comparire già all’inizio del cantiere: opportuna segnaletica e individuazione del percorso protetto per i pedoni. Peccato che nel frattempo i marciapiedi, già molto rovinati, si siano del tutto deteriorati e risultino ora del tutto impercorribili, in particolare con un passeggino o una carrozzina.

La situazione di difficoltà altre volte segnalata anche dal nostro blog, si è insomma aggravata. Con la pioggia, inoltre, come testimoniano le nostre foto, parte del marciapiede di fronte al cantiere presenta pozzanghere profonde, dovute all’erosione degli strati superficiali di bitume. A questo proposito il Comitato, sollecitato anche da alcuni cittadini, ha inviato ieri questa segnalazione al “Punto Comune”: “In seguito ai reclami inoltrati da alcuni cittadini e dal Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa, il cantiere “Residenze Piave” in via Piave a Certosa ha provveduto a realizzare finalmente le opere esterne dovute come da legge (DLgs 81/08) ai fini della sicurezza nei confronti dell’ambiente circostante e, in particolare, dei pedoni. Tuttavia il percorso pedonale risulta estremamente disagevole in quanto l’asfalto dei marciapiedi è ormai gravemente degradato e presenta notevoli avvallamenti, pericolosi e impercorribili da una carrozzina o con un passeggino. Tali avvallamenti sono inoltre pieni d’acqua piovana e obbligano i pedoni, ancora una volta, a transitare sulla sede stradale invece che sul marciapiede, sede ancora più ristretta dalle cesate di cantiere e quindi ancora più pericolosa. Chiediamo, anche a seguito delle numerose segnalazioni pervenuteci dai cittadini, di far realizzare almeno una passerella in assi da ponte sopra l’attuale marciapiede, o altro apprestamento che garantisca la percorribilità e la sicurezza.”

Purtroppo allo stato attuale la percorribilità di via Greppi è ulteriormente peggiorata, perfino per i veicoli. Ieri sera non si poteva transitare a causa di mezzi in manovra, cosa che ha costretto alcuni a fare retromarcia per utilizzare in alternativa via Isonzo, mentre oggi la riapertura dei cantieri stradali in concomitanza con quello delle Residenze Piave rendeva assai difficoltoso il transito, sempre senza che ci fosse un preposto a segnalare ed eventualmente dirigere il traffico. Insomma, una situazione sempre fuori controllo, in una via percorsa da molte persone che portano i bambini a scuola, all’asilo, all’oratorio, ma anche per chi semplicemente esce dal sottopasso per via Parri. Che cosa si aspetta a rimettere un po’ d’ordine in questa incresciosa situazione? Che avvenga qualche incidente?

20141216_155416 20141216_155435 20141216_155444 20141216_155449  20141216_155507 20141216_155526 20141216_155544 20141216_155556 20141216_155608 20141216_155644 20141216_155843 20141216_155903

VIA GREPPI, PERCORSO DI GUERRAultima modifica: 2014-12-17T18:25:38+01:00da lmenegazzi
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento