FINALMENTE RIPARATE LE PANCHINE DI VIA DI VITTORIO

IMG-20150111-WA0000

 

Incredibile ma vero, dopo mesi e mesi, dopo varie segnalazioni sia al Punto Comune sia all’Assessore competente, finalmente le panchine di via Di Vittorio, vandalizzate a più riprese dai soliti incivili, sono state riparate. Nuovi listelli  di legno sono stati avvitati alla struttura rendendo ancora utilizzabile un elemento di arredo urbano di buon gusto ma, purtroppo, facile da manomettere. Panchine sistemate, dunque, mentre la staccionata del parco-giochi risulta ancora nello stato in cui l’hanno lasciata i vandali, prima delle feste. Con il nuovo anno comunque, a detta dell’Assessore Battocchio, dovrebbe essere indetta la gara per il servizio di manutenzione. Speriamo che l’iter sia breve e che si possa contare su un servizio puntuale ed efficiente.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

SE CHARLIE SIAMO NOI…

Dopo la carneficina di Parigi, i momenti di riflessione, di testimonianza e di protesta per quanto accaduto si moltiplicano in tutte le città. Anche il nostro territorio offre iniziative importanti alle quali invitiamo ad aderire per garantire la libertà di tutti, libertà di pensiero, libertà di espressione, libertà di fede religiosa, libertà di opinione. Libertà di non morire e far  morire nel nome di Dio né di qualunque dottrina o ideologia. Libertà di vivere la propria vita nel rispetto di quella degli altri.

A Certosa, stasera ore 21, fiaccolata della parrocchia dell’Incarnazione con partenza da via Di Vittorio e  arrivo alla parrocchia di Certosa. Domani pomeriggio, 10 gennaio, alle 17.30, flash mob del gruppo fb “La San Donato che vorrei” sostenuto da Recsando, davanti alla statua di Gandhi sulla via Emilia e corteo fino in piazza Bobbio. A San Giuliano, corteo oggi (promosso dal Comune) dalla sede dell’associazione islamica Sabil, via Serrati 96, fino al Municipio (partenza ore 14.00) e fiaccolata sabato, ore 20.00, come da programma allegato. Non facciamo mancare la nostra presenza.

IMG-20150108-WA0000

 

charlie

10407183_926171447393909_181847536157170813_n

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

CHI DECIDE IL TAGLIO DEGLI ALBERI?

Buon anno a tutti i lettori del nostro blog. Riprendiamo l’attività con un post che tratta un argomento che ci sta a cuore: quello del verde pubblico. In particolare, su chi (e come) decide in merito all’abbattimento delle piante presenti sul nostro territorio. Dopo il taglio a sorpresa del salice di via Volturno, contestuale ad alcuni lavori di potatura eseguiti a Certosa, il Movimento 5 Stelle ha indagato sulla questione ed è arrivato a qualche risultato. In particolare, il Consigliere Comunale Innocente Curci ha chiesto agli uffici competenti:  le perizie dell’agronomo su tutte le alberature ritenute malate o pericolanti, a chi siano state affidate le suddette perizie e come sia stato scelto l’agronomo, copia elettronica del contratto esistente con l’agronomo o la società che ha in carico la valutazione dello stato di salute o di “rischio crollo” degli alberi presenti sul territorio di San Donato Milanese, copia del bando di gara per l’assegnazione di questo tipo di servizio e determina di assegnazione del servizio stesso. Il tutto per fare trasparenza su come vengono decisi gli abbattimenti e da chi.

La risposta, che potete leggere nel documento che alleghiamo, è sconcertante. Risulta infatti che è stato fatto un assegnamento diretto alla società “Agroservice” (senza bando di gara, dunque) per monitorare le piante di tutta la città al fine di evidenziare criticità e intervenire tempestivamente. Le perizie dell’agronomo però (non meglio specificato) non sono ancora state consegnate. In pratica, la ditta in questione decide quali piante devono essere abbattute, le segnala e l’ufficio interviene, affidando alla stessa ditta l’intervento. Non ci sembra si tratti di una procedura trasparente. In primo luogo il nostro Comune si fida di ciò che dice l’impresa in questione senza avere le relative perizie (teniamo conto che se un privato ha necessità di abbattere un albero deve farsi fare una perizia a proprie spese prima di avere l’autorizzazione) che attesterebbero la reale pericolosità dell’albero o il suo stato di salute precario. In secondo luogo è evidente il conflitto di interesse: è la ditta stessa che decide e che poi esegue il lavoro.

Non sappiamo se Agroservice venga pagata a forfait (e quindi il numero di alberi abbattuti in questo caso sarebbe ininfluente sul costo del servizio) oppure per singolo abbattimento: in questo caso il conflitto andrebbe a danno delle casse comunali: più perizie negative, più tagli e abbattimenti, più soldi da dare alla ditta. Ma non vogliamo pensare che sia così. In ogni caso però, più interventi significa anche più materiale (legna e trucioli) che, oggi come oggi, hanno comunque un valore e che restano di proprietà di chi effettua il lavoro. Insomma, crediamo che per essere davvero “casa di vetro” il nostro Comune dovrebbe fare luce sull’intera procedura e non accontentarsi di una modalità che, come abbiamo visto, lascia troppi dubbi.

risposta-valutazione-alberi-1

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

AUGURI DI BUON NATALE CON…TENACIA

 

Con questo articolo, che il “Cittadino” ha dedicato al Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa, vi auguriamo buon Natale. Un Natale ricco di quella “tenacia” di cui scrive Giulia Cerboni nel suo articolo, attribuendo questa qualità, appunto, al Comitato. Tenacia per resistere alla crisi, tenacia nel portare avanti le proprie idee, tenacia nel perseguire i risultati che si desiderano, tenacia anche, perchè no, nei sentimenti e negli entusiasmi. Nel proseguire nonostante tutto, tutti insieme, perchè solo lavorando insieme ce la si può fare. Buon Natale con la tenacia anche di chi vi sta scrivendo, nel bene e nel male, nei momenti belli e in quelli meno belli, perchè insieme si può.

AUGURI A TUTTI!

cittadino 231214 comitato

 

PS= a prestissimo con nuove, succulente notizie! 🙂

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

TUTTE LE IMMAGINI DEL MERCATINO

IMG-20141221-WA0007 20141221_095128 20141221_095142 20141221_095220 20141221_095137 20141221_095142 20141221_095159 20141221_095220 20141221_095210 20141221_095202 20141221_095225 20141221_095235 20141221_095757 20141221_095829 20141221_095821 20141221_095813 20141221_095835 20141221_095845 20141221_100054 20141221_101651 20141221_101635 20141221_100120 20141221_101702 20141221_101713 20141221_101726 (1) 20141221_102039 20141221_101744 20141221_101735 IMG-20141221-WA0005 IMG-20141221-WA0006 IMG-20141221-WA0007 IMG-20141221-WA0010 IMG-20141221-WA0009 IMG-20141221-WA0008 IMG-20141221-WA0011 IMG-20141221-WA0013 IMG-20141221-WA0014

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

AL MERCATINO DI NATALE IL COMITATO FA IL PIENONE

Mercatino di Natale in via Di Vittorio: stavolta una buon allestimento, con tante bancarelle davanti la Posta, il trenino e…il banchetto del Comitato. Vin brulè e pesca stanno riscuotendo grande successo, così come la “cassetta della posta” alla quale chiunque può lasciare le sue richieste al Comitato, i volantini informativi e il questionario. Il Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa sarà presente in via fino alle ore 17.30, a disposizione dei cittadini.

IMG-20141221-WA0007 20141221_095220

20141221_095142

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

GLI ALBERI DI PIAZZA TEVERE NON SI SPOSTERANNO: PAROLA DI ASSESSORE

Gli alberi di piazza Tevere saranno mantenuti nella posizione attuale, tranne il pino marittimo che sarà trapiantato nella futura piazzetta davanti ai negozi. Questa l’assicurazione data dall’Assessore Battocchio nella Commissione Territorio che si è appena tenuta. Ne dà notizia il Consigliere 5 Stelle Innocente Curci, che così si esprime in merito:

“Stavolta sono proprio soddisfatto. Si, perché lo scorso martedì in Commissione Territorio l’assessore Battocchio ha affermato che, ad eccezione dell’ormai famoso pino marittimo, gli alberi in piazza Tevere saranno tutti mantenuti nella loro attuale collocazione, a differenza di quanto invece si era scritto nella delibera contenente le proposte del sindaco, nella quale si era usato il termine più generico di “salvaguardare” e sul quale avevo posto l’accento e l’attenzione durante l’ultimo consiglio comunale.

Ricordo infatti che alla mia proposta di modificare quel termine in – per l’appunto – “mantenere tutti gli alberi” (a fronte di tale modifica avremmo votato a favore della delibera) non giunse risposta alcuna da parte del sindaco, pertanto io ed il collega Fronterotta ci vedemmo costretti, di conseguenza, a votare contro quella delibera, non certo perché non fossimo a favore nel salvaguardare gli alberi (…e ci mancherebbe!!!), ma perché ci tenevamo semplicemente a salvaguardarli nella stessa posizione in cui si trovano oggi!!!

A maggior testimonianza di quanto affermo sta anche il fatto che. sempre in commissione, è stata prospettata anche  la soluzione di realizzare  – come richiesto da tanti cittadini di Certosa – un’area giochi attrezzata per i bambini laddove ora c’è la fontana (e quindi proprio in mezzo al recinto di alberi attualmente presenti). Ho accolto con molto favore questa soluzione, anche perché abbiamo tutti convenuto su un aspetto oggettivo: a San Donato gli unici luoghi in cui c’è un minimo di socializzazione all’aperto non sono le sterminate piazze di cemento, bensì proprio i parchetti in cui giocano i bambini. Ed ho evidenziato come la realizzazione di una simile soluzione nella zona centrale del quartiere di Certosa possa essere un valore aggiunto per gli abitanti del quartiere, di contro alla realizzazione di un parco giochi, seppure sempre benvenuto ed auspicabile, unitamente all’ampliamento della zona verde, nella parte periferica del quartiere (vedi zona parcheggio ex-Pirelli).

Si è poi iniziato a parlare anche del progetto in sé di rivisitazione del quartiere e ovviamente dell’ampliamento della rotonda da realizzare sulla via Emilia con il restringimento della carreggiata e l’utilizzo di semafori a chiamata per l’attraversamento pedonale. Confesso di non aver ancora ben compreso la necessità di intervenire sulla rotonda e non sono convinto che questa sia la soluzione migliore per aumentare la sicurezza stradale, soprattutto a livello di attraversamento pedonale, considerando che c’è un buon numero di persone che da Certosa e via Di Vittorio si spostano per andare a piedi a scuola, al mercato di via Gramsci, al comune, etc. e mi riprometto di approfondire la questione con la parte tecnica, assente “giustificato” in questa occasione, durante la prossima seduta della commissione che auspico venga convocata al massimo nel giro di un mese.

In merito alla modifica della viabilità, infine, seppur quel tratto della via Emilia sia di competenza comunale, ho consigliato di ascoltare anche il parere della Polizia Stradaleche “vive” a qualche metro di distanza da quella strada e da quella rotonda. ”

Bene, siamo molto soddisfatti anche noi! Le parole sono importanti, soprattutto nei momenti istituzionali, e le parole dell’Assessore Battocchio sembrano inequivocabili. Speriamo bene per il bel pino marittimo. Per il resto non ci pronunciamo e attendiamo di vedere il progetto, anche se gli intenti espressi sembrano più che corretti e lodevoli. Un bel riconoscimento per gli oltre 600 cittadini che hanno firmato la petizione per mantenere gli alberi nella stessa posizione.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

IL COMITATO ALLA FESTA DELLA VIA DOMENICA 21 DICEMBRE

VIENI A TROVARCI IN VIA 3

 

Non conoscete il Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa? Ne avete sentito parlare ma vorreste saperne qualcosa di più? Domenica 21 ci sarà l’occasione giusta! Per la prima volta, infatti, il Comitato parteciperà alla festa della via Di Vittorio con un proprio banchetto che ha lo scopo di farsi conoscere, spiegare che cosa è stato fatto nei due anni di attività e che cosa si pensa di fare in futuro. L’intento degli organizzatori è quello di creare un momento conviviale  durante il quale conoscersi reciprocamente, raccogliere le idee e i problemi dei cittadini, aprire un canale più ampio con gli abitanti del quartiere.

A questo scopo è stato anche preparato un questionario che, opportunamente compilato, dovrebbe aiutare a comprendere il “sentiment” dei sandonatesi della zona. Un altro volantino spiegherà le principali azioni svolte nel corso di due anni a tutela del quartiere mentre un altro pubblicizzerà la novità: una cassetta per comunicare col Comitato tramite lettera cartacea, per chi non ha internet. Essere sempre più vicini alla gente è infatti il prossimo passaggio del collaudato sodalizio che desidera un confronto maggiore e un momento partecipativo con gli abitanti. Al mattino è previsto inoltre un aperitivo con vin brulè mentre al pomeriggio ci sarà una ricca “pesca” il cui ricavato servirà a finanziare le varie attività del Comitato.

Appuntamento dunque al gazebo di via Di Vittorio, dalle ore 9.00 alle 18.00, domenica 21 dicembre, anche per farsi gli auguri di Buon Natale!

cittadino 181214 iniziative

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

VIA GREPPI, PERCORSO DI GUERRA

20141216_155411 Un percorso di guerra: questa è ormai la via Greppi, a causa della presenza del cantiere delle “Residenze Piave”, sorte sulle ceneri dell’ex Carta e Valori. Da tempo il Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa aveva segnalato le difficoltà di transito per i pedoni e la mancanza di percorsi idonei in sicurezza all’esterno del cantiere, ma nulla si era mosso. Dopo l’ulteriore allargamento dell’area di cantiere, dovuta all’abbattimento del vecchio muro di recinzione, da più parti sono state inviate segnalazioni al “Punto Comune” poichè il restringimento della carreggiata e il contemporaneo lavoro sul lato opposto del marciapiede avevano eliminato del tutto i percorsi pedonali. Finalmente sono stati messi in opera quegli apprestamenti che avrebbero dovuto comparire già all’inizio del cantiere: opportuna segnaletica e individuazione del percorso protetto per i pedoni. Peccato che nel frattempo i marciapiedi, già molto rovinati, si siano del tutto deteriorati e risultino ora del tutto impercorribili, in particolare con un passeggino o una carrozzina.

La situazione di difficoltà altre volte segnalata anche dal nostro blog, si è insomma aggravata. Con la pioggia, inoltre, come testimoniano le nostre foto, parte del marciapiede di fronte al cantiere presenta pozzanghere profonde, dovute all’erosione degli strati superficiali di bitume. A questo proposito il Comitato, sollecitato anche da alcuni cittadini, ha inviato ieri questa segnalazione al “Punto Comune”: “In seguito ai reclami inoltrati da alcuni cittadini e dal Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa, il cantiere “Residenze Piave” in via Piave a Certosa ha provveduto a realizzare finalmente le opere esterne dovute come da legge (DLgs 81/08) ai fini della sicurezza nei confronti dell’ambiente circostante e, in particolare, dei pedoni. Tuttavia il percorso pedonale risulta estremamente disagevole in quanto l’asfalto dei marciapiedi è ormai gravemente degradato e presenta notevoli avvallamenti, pericolosi e impercorribili da una carrozzina o con un passeggino. Tali avvallamenti sono inoltre pieni d’acqua piovana e obbligano i pedoni, ancora una volta, a transitare sulla sede stradale invece che sul marciapiede, sede ancora più ristretta dalle cesate di cantiere e quindi ancora più pericolosa. Chiediamo, anche a seguito delle numerose segnalazioni pervenuteci dai cittadini, di far realizzare almeno una passerella in assi da ponte sopra l’attuale marciapiede, o altro apprestamento che garantisca la percorribilità e la sicurezza.”

Purtroppo allo stato attuale la percorribilità di via Greppi è ulteriormente peggiorata, perfino per i veicoli. Ieri sera non si poteva transitare a causa di mezzi in manovra, cosa che ha costretto alcuni a fare retromarcia per utilizzare in alternativa via Isonzo, mentre oggi la riapertura dei cantieri stradali in concomitanza con quello delle Residenze Piave rendeva assai difficoltoso il transito, sempre senza che ci fosse un preposto a segnalare ed eventualmente dirigere il traffico. Insomma, una situazione sempre fuori controllo, in una via percorsa da molte persone che portano i bambini a scuola, all’asilo, all’oratorio, ma anche per chi semplicemente esce dal sottopasso per via Parri. Che cosa si aspetta a rimettere un po’ d’ordine in questa incresciosa situazione? Che avvenga qualche incidente?

20141216_155416 20141216_155435 20141216_155444 20141216_155449  20141216_155507 20141216_155526 20141216_155544 20141216_155556 20141216_155608 20141216_155644 20141216_155843 20141216_155903

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

IL CAVALCAVIA E’ LIBERO. FINO A QUANDO?

20140223_173400

 

20140223_173409

 

Lo spazio sotto il cavalcavia di via Parri è finalmente libero. Un articolo sul “Cittadino” di ieri fa il punto della situazione e ci informa che anche gli ultimi abitanti di quello spazio abbandonato e degradato sono andati via, in seguito all’intervento della Polizia Locale. Sappiamo che si trattava di una piccola famiglia di nomadi che ha rifiutato, come gli occupanti precedenti, una sistemazione più consona e ha preferito spostarsi in altri luoghi. Il problema degli accampamenti abusivi, insomma, è ben lontano dall’essere risolto (semplicemente viene spostato) ma almeno si è messa la parola “fine” a una situazione di degrado e pericolo nelquartiere. Chi viveva qui, infatti, a due passi dalle case di via Olona, ovviamente faceva i suoi bisogni dove capitava e, per scaldarsi e per cucinare, accendeva fuochi improvvisati con materiali tossici mettendo in pericolo non solo la propria vita ma anche la stabilità dello stesso viadotto, nel caso il fuoco si fosse trasformato in incendio.

Dopo anni di segnalazioni, proteste, richieste dei vari comitati di quartiere, interventi da parte di Vigili e Servizi Sociali, sembrerebbe dunque giunto il momento tanto atteso, quello in cui finalmente si obbliga la proprietà a ripulire seriamente l’area (liberandola dai rifiuti ingombranti e perfino pericolosi scaricati abusivamente) e a impedirne l’accesso, soprattutto veicolare, in vista della futura cessione del terreno al Comune. Cessione che non sembra affatto prossima e di cui nessuno più parla. Vedremo dunque se la proprietà agirà dietro sollecitazione da parte del Comune oppure no. In questo caso non si capisce perchè non venga finalmente emessa un’ordinanza del Sindaco per obbligare i proprietari all’assolvimento del loro dovere di messa in sicurezza dell’ex parcheggio. Nessuna eventuale trattativa in corso, infatti, giustifica a nostro parere l’abbandono del sito in quelle condizioni e ci auguriamo davvero di non dover presto scrivere ancora di nuove occupazioni abusive o nuovi sversamenti di materiali pericolosi.

cittadino 121214 via gli inquilini della baraccopoli

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento